All posts by Lorenzo

Villaggio dei Bagnanti

In occasione dell’evento Pop Up Lab a Quarrata (PT) Officine Liquide crea una scenografia per esporre le originali creazioni di Cromanticamente.
In collaborazione con Giovanna e Roberta, le due sorelle artigiane creatrici del marchio,  è stato montato un negozio temporaneo: un espositore a tema marittimo formato da una fila di cabine di legno e sdraio con il look della nuova collezione estiva di bambole “i bagnanti”. Collane e spille sono invece state appese ad una rete da pescatore che imprigiona una sirena, anch’essa parte della collezione.

fb

In secondo piano sono stati allestiti espositori per i prodotti di taglio più piccolo e uno spazio per i laboratori artigiani dove i bambini potevano creare, grazie a dei modelli, delle bamboline personalizzate.
L’evento si è svolto nell’area ex mostra di viale Montalbano 240, con lo scopo di rivitalizzare la zona, caratterizzata da grandi spazi lasciati vuoti dai vecchi mobilifici caduti in disuso.

Su Facebook le foto del montaggio

Visitate l’e-shop di Cromanticamente su etsy

dettagli

Ecocity Expo 2014, Pisa

ecocity_08

Il 18 settembre scorso Officine Liquide ha partecipato alla terza edizione di Ecocity expo 2014 a Pisa, evento cittadino legato al tema dell’ambiente e dell’ecologia. In occasione quindi di questi giorni di fiera Officine Liquide ha realizzato due oggetti di design ottenuti recuperando materiali che altrimenti sarebbero andati in discarica; La poltrona Juta e il tavolino da fumo della collezione Schegge.
Purtroppo l’esperienza di Ecocity, a differenza di altre manifestazioni a cui abbiamo partecipato, si è trasformata in un grandissimo flop per noi e per gli altri espositori. La pessima organizzazione da parte dei curatori della manifestazione, la mancanza di una rassegna pubblicitaria adeguata, e quindi di pubblico, hanno fatto si che un evento che sulla carta poteva essere molto interessante si sia in realtà rilevato una truffa a tutti gli effetti.

Maker Faire 2014 – Roma

5Lo scorso fine settimana siamo stati invitati a partecipare al Maker Faire di Roma. E’ il secondo anno che la città ospita l’evento che celebra e presenta al pubblico le innovazioni proposte dai Makers, termine che designa una nuovo tipo di artigiani, più legati al mondo del fai-da-te e della tecnologia.

2014-10-03 11.07.48

Abbiamo conosciuto tante realtà e progetti stimolanti e siamo venuti in contatto con il mitico Arduino, che ci ha fatto venir voglia di imparare a programmare per realizzare qualche oggetto futuristico e ipertecnologico come un dispositivo che ti faccia il caffè quando ti suona la sveglia oppure per impostare un robot Rapiro in modo che ti pulisca la stanza quando non ci sei.

Per il nostro settore ci sono sembrate interessanti tutte le applicazioni di Arduino per la domotica e per le facciate intelligenti, che grazie a dei sensori e dei pannelli mobili riescono a controllare l’apporto di luce e calore agli ambienti interni.

Durante la fiera il nostro stand è stato usato come set fotografico per le deliziose bambole di pezza realizzate dalle nostre amiche di Cromanticamente.

 

Caricamento

La Bambolina Alce ha trovato la casa perfetta. @officineliquide #makerfaire #cromanticamente #design #makers #Rome #art #doll #handmade

Vedi su Instagram

Caricamento

Nuovi incontri! #cromanticamente @officineliquide #makerfaire #Rome #makers #Dolls

Vedi su Instagram

Caricamento

Nordic feeling. #cromanticamente meets @officineliquide #interiordesign #design #makerfairerome #Dolls #elk #soft #winter #Fall #handmadeinitaly

Vedi su Instagram

Cersaie 2014

Venerdì scorso siamo stati a Bologna al Cersaie. La fiera é sempre molto grande e dispersiva, ma sono facilmente individuabili dei trend comuni che identificano le tendenze attuali.

Le cementine proposte già l’anno scorso da Mutina con design di Patricia Urquiola sono state largamente riprese dalle altre ditte. In particolare abbiamo trovato molto interessante la rivisitazione di Paola Navone per la collezione “contemporary cement tiles” di Bisazza che riprende i formati tradizionali quadrato e esagonale attualizzandone i decori per creare motivi piú variati.

 cersaie_2014_bisazza 02cersaie_2014_bisazza 01

L’ esagono é stato un altro filo conduttore del salone: molte marche hanno introdotto questo formato nelle loro collezioni. Tagina nella sua linea Esagona disegnata dallo studio Archea, lo arricchisce ulteriormente dando una leggera tridimensionalitá alla piastrella.

cersaie_2014_tag03 cersaie_2014_tag04

Nel legno, rivisitazioni interessanti sono quelle di De Lucchi e Lago per la linea  “Natural Genius” di Listone Giordano. Le classiche assi vengono movimentate introducendo nuove forme o modularità.

 cersaie_2014_listone giordano 02cersaie_2014_listone giordano 01

Le superfici continue in resina sono state proposte in forma piú standardizzata da Kerakoll con “Design House” la collezione di tonalità e finiture disegnata da Pietro Lissoni.

I mosaici su rete invece acquistano tendenze piú barocche e orientaleggianti nei decori di Sicis e Bisazza, mentre Brix rivisita il concetto creando rivestimenti continui caratterizzati dal riproporsi ininterrotto di piccole forme geometriche, come nella linea Thrilled di Michael Anastassiades. Molto interessante anche il design del loro stand realizzato da Lo Studio design

 

 

Le tonalità predominanti al cersaie rimangono quelle neutre dei grigi caldi e beiges e il nero, che appare in diverse collezioni. Il colore é invece tratto distintivo delle ditte che propongono un prodotto più artigianale come le bellissime palette di Cotto Vietri o il catalogo di Pecchioli che tratta molto anche i decori in foglia d’oro.

Per i rivestimenti lapidei e i marmi la proposta più interessante e all’avanguardia è sempre quella di Petra Antiqua, che quest’anno si è presentata con uno stand ingrandito e arricchito da un elegante allestimento con dei grandi pannelli trattati come opere d’arte, che illustrano le diverse finiture realizzabili sui loro materiali. Per aiutare ulteriormente la scelta é stato progettato un abaco riassuntivo molto utile.

     

Per quanto riguarda i sanitari e le rubinetterie quello che più ci ha colpito sono stati gli allestimenti degli stand di alcune aziende come il “cantiere” di Artceram o gli arredi in sughero e i colori degli ambienti di Globo e di Azzurra.

 

Parione Arte : idee in vetrina.

galleria Bazzanti, via del Parione 37/r

Le proposte di Officine Liquide per l’allestimento di due vetrine in via del Parione a Firenze sono state selezionate per l’evento  “Parione Arte: idee in vetrina” promosso dall’associazione culturale Fund4Art.

L’allestimento è stato visibile per tutta la durata della rassegna iniziata lunedì 15 settembre e chiusa dall’evento “un tocco di viola” il sabato successivo.

Le vetrine allestite da Officine Liquide sono state quelle di IN SETA al 78/r e la galleria di statue PIETRO BAZZANTI & FIGLIO, al 37/r.

Le due vetrine presentano un elemento comune, il colore viola, filo conduttore della rassegna.

150 uccelli di carta viola si sollevano in volo e animano lo scenario con il loro passaggio

Alcuni in volo, altri posati sulle statue, riempiono lo spazio espositivo della galleria Bazzanti ricordando così gli uccelli delle piazze, protagonisti vanitosi dei panorami fiorentini.

Proprio di fronte alla galleria Bazzanti, nelle due vetrine di In Seta è stato invece ricreato uno scenario fiabesco con nuvole di cotone illuminate da luci calde per ricordare i tramonti arancioni viola tipici dei paesaggi di Firenze. Dei foulard di seta viola, come trasportati dal vento, si posano sulle nuvole, creando una visione surrealista.

 

 

TANGRAM

tangram07

 

TANGRAM è un’installazione interattiva ispirata all’omonimo gioco presentata da Officine Liquide in occasione della mostra ARTGARDEN presso il giardino dell’orticoltura a Firenze nel Luglio 2014.

Scomponendo un quadrato in sette parti si ottengono le forme geometriche del Tangram: cinque triangoli, un quadrato ed un parallelogramma.
Combinando opportunamente questi pezzi è possibile ottenere un numero pressochè infinito di figure.
Il Tangram è conosciuto in Cina come “Le sette pietre della saggezza” perchè si diceva che la padronanza di questo gioco fosse chiave per ottenere saggezza e talento.

L’installazione consiste nella realizzazione di un tangram di 1,5m x 1,5m, di circa 20cm di altezza, costruito in legno trattato e verniciato.
I pezzi possono essere spostati per creare le varie figure, dando infinite opportunità di interazione.

I moduli giganti del Tangram sono stati costruiti interamente da noi con pannelli in mdf tagliati a misura, lavorati e assemblati nel cortile di Irene. Alla finitura a smalto all’acqua arancione sono stati infine applicati degli adesivi che illustrassero varie figure da poter comporre.

Schegge

Schegge è il nome che abbiamo utilizzato per il tavolo da riunioni del nostro studio e il piano è stato realizzato con scarti di parquet provenienti da un grosso cantiere che ci ha potuto fornire il nostro rivenditore. Essendo le assi di dimensioni molto diverse tra di loro, abbiamo creato un disegno a lisca di pesce per poterne sfruttare tutti i pezzi.
La sua struttura a gambe piegabili, costituita da pezzi di longarine trovate in cantiere, è stata pensata per essere facilmente trasportabile sul portapacchi di una qualsiasi auto.

Lo stesso concetto e procedimento lo abbiamo applicato ad un piccolo tavolo da fumo parte della stessa collezione ma realizzato sempre in parquet ma di un essenza diversa; Rovere termocotto. Date le minori dimensioni del tavolo, la struttura stavolta è stata realizzata con delle leggere L in alluminio preforate.

Durante l’ultima ristrutturazione per un appartamento al Galluzzo (FI) in cui i lavori si sono concentrati esclusivamente sul restyling del bagno e sulla realizzazione di una cucina su misura, abbiamo deciso di sviluppare ulteriormente le potenzialità di riutilizzare i materiali di recupero come finitura per la cucina stessa. Ancora una volta il parquet diventa materiale principale per le ante e per i pensili, giocando anche in questo caso, con le differenti dimensioni degli assi in nostro possesso e con gli orientamenti delle venature. Per il piano abbiamo avuto la fortuna di disporre di una splendida lastra di marmo di carrara proveniente da uno svuotamento di magazzino.

Il tavolo da riunioni è stato esposto a
Mostra dell’artigianato, Firenze 2014
Design: Carlotta Mannucci, Lorenzo Pieratti

Il tavolino da fumo è stato esposto a
Ecocity, Pisa 2014
Maker Faire, Roma 2014
Design: Elisa Lucattini, Lorenzo Pieratti

Cucina
Design: Carlotta Mannucci, Agostino Silva